Condizioni di contratto relative al Giureconsulto

Il Giureconsulto è un servizio a pagamento reso esclusivamente da avvocati e da praticanti avvocati regolarmente iscritti nei rispettivi Albi.

Entro 24 ore lavorative dall’invio del Vostro quesito, Vi verrà inviato un preventivo gratuito e non vincolante. Nella comunicazione contenente il preventivo saranno inoltre indicati il nominativo dell’avvocato o del praticante avvocato che ha assunto l’incarico, le modalità di pagamento della consulenza legale e tutte le ulteriori informazioni di legge.

La semplice compilazione della richiesta di consulenza non costituisce conferimento di incarico professionale. Accettato il preventivo, il professionista incaricato invierà al richiedente, entro 56 ore lavorative (7 giorni lavorativi) dal perfezionamento del pagamento dell’importo ivi indicato, salvo che la complessità del quesito non implichi un ragionevole allungamento dei tempi di realizzazione, un parere legale in ordine al quesito postogli. Al ricevimento del pagamento verrà emessa regolare fattura che sarà inviata all’indirizzo mail indicatoci.

Con la richiesta di consulenza sul sito www.opiniojuris.it, l’utente aderisce senza riserve alle seguenti condizioni generali di contratto:

I. Oggetto del contratto:

Il presente contratto ha ad oggetto la formulazione di un parere professionale e/o di altra attività di consulenza legale stragiudiziale resa da un avvocato o da un praticante avvocato (di seguito denominato “consulente”), su richiesta dell’utente (di seguito denominato “cliente”) attraverso il sito www.opiniojuris.it (di seguito denominato “sito”).

II. Conclusione del contratto:

II.I. Entro 24 ore lavorative dal ricevimento della richiesta del servizio formulata dal cliente, solo ove si ritenga possibile renderlo, il sito invierà un e-mail di conferma contenete il preventivo per la consulenza, il nominativo dell’avvocato o del praticante avvocato che avrà accettato l’incarico, il numero di partita IVA ad egli/ella attribuito, l’Ordine degli Avvocati di appartenenza dello/a stesso/a e tutte le altre informazioni prescritte dalla legge.

II.II. Il preventivo non è in alcun modo vincolante per il cliente ed ha una validità di 30 giorni.

II.III. Il contratto si intenderà effettivamente concluso solo nel momento in cui il consulente avrà avuto notizia dell’avvenuto pagamento del servizio da parte del cliente.

III. Obblighi del consulente:

Il consulente che ha accettato l’incarico si obbliga:
a fornire, fatte salve le diverse regole contenute nelle presenti condizioni generali di contratto, il servizio richiesto entro il termine di 56 ore lavorative (7 giorni lavorativi), termine che non ha comunque natura di essenzialità o perentorietà, stante la possibilità che la complessità del quesito implichi un ragionevole allungamento dei tempi di realizzazione;
al pieno rispetto della normativa deontologica forense e, per quanto riguarda la determinazione del costo della consulenza, dei parametri disciplinati dal D.M. n. 55 del 10 marzo 2014 (Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2014, in vigore dal 03 aprile 2014;
a gestire il trattamento dei dati personali del cliente, pervenuti a sua conoscenza in ragione del mandato conferitogli, in condizioni di assoluta sicurezza e riservatezza, in conformità alla normativa deontologica ed in materia di tutela della privacy (vedi le informazioni sul trattamento dei dati);
ad inviare il parere r esclusivamente via e-mail all’indirizzo di posta elettronica indicato dal cliente all’atto della richiesta.

IV. Obblighi del cliente:

IV.I. Il cliente garantisce la veridicità e la completezza di tutte le informazioni e dei dati personali forniti al momento della richiesta del servizio o successivamente.

IV.II. Il cliente si impegna altresì a:

IV.II.I. non utilizzare il servizio al fine di effettuare comunicazioni che arrechino danni, molestie e/o turbative a terzi o che violino comunque l’ordinamento vigente;
IV.II.II. non utilizzare il servizio per la divulgazione di scritti o altro materiale di carattere diffamatorio, osceno, blasfemo, razzista, pornografico e contrario comunque al buon costume;
IV.II.III. non utilizzare il servizio in violazione delle norme in materia di tutela della privacy;
IV.II.IV. non utilizzare il servizio per divulgare materiale protetto da diritto d’autore senza il consenso dell’avente diritto;
IV.II.V. non consentire l’utilizzo del servizio a terzi non autorizzati;
IV.II.VI. proteggere i propri sistemi informatici dall’accesso di terzi non autorizzati o da virus informatici;

IV.III. Nell’ipotesi di violazione di tali obblighi, il cliente si obbliga a manlevare l’avvocato, il sito e ogni altro preposto o incaricato da qualsiasi azione che venga proposta nei loro confronti, nonché da ogni altro pregiudizio di natura patrimoniale o non patrimoniale che gli stessi clienti o terzi abbiano a subire.

IV.IV. Il cliente si impegna a comunicare con sollecitudine al sito e all’avvocato incaricato ogni eventuale reclamo o incertezza in ordine ai servizi ricevuti. In ogni caso il cliente si impegna a non avviare alcuna azione legale nei confronti del sito o dei suoi consulenti, senza avere preventivamente informato gli stessi delle eventuali difficoltà insorte.

V. Costo e modalità di pagamento:

V.I. Il costo della consulenza è determinato secondo i criteri ed i parametri disciplinati dal D.M. n. 55 del 10 marzo 2014 (Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2014, in vigore dal 03 aprile 2014, relazione alla complessità dell’attività di studio richiesta e nel pieno rispetto delle vigenti tariffe professionali forensi, così come stabilito dal DM 55 in vigore dal 03 aprile 2014.

V.II. Il costo (comprensivo di CPA al 4% e IVA al 22% come per legge) verrà comunicato preventivamente secondo le modalità e nei termini previsti al punto II delle presenti condizioni di contratto.

V.III. Il pagamento dovrà essere effettuato secondo le modalità indicate nella mail di conferma e/o nel preventivo ad essa allegato.

V.IV. Le spese per la transazione sono a carico del cliente, così come ogni altra spesa accessoria. Le uniche spese a carico del consulente sono quelle relative all’invio del parere e della documentazione allegata.

V.V. All’atto dell’avvenuto pagamento del servizio richiesto sarà emessa regolare fattura per la prestazione erogata.

VI. Garanzie e limitazioni di responsabilità:

VI.I. Il consulente incaricato garantisce il buon fine del servizio, al quale si applicano agli art. 2229 e ss. c.c.

VI.II. Il servizio viene comunque reso limitatamente all’incarico ed alle informazioni ricevute.

VI.III. Il consulente non potrà essere ritenuto in alcun modo responsabile per ritardi, interruzioni e/o malfunzionamenti del servizio causati da eventi imprevedibili o forza maggiore, ovvero nei casi di inadempimento, manomissione, frode od abuso da parte del cliente o di un terzo.

VI.IV. Il consulente non potrà essere ritenuto in alcun modo responsabile dei danni che dovessero derivare al cliente of a terzi da un utilizzo improprio del parere, della consulenza o di ogni altra informazione o servizio comunque forniti.

VII. Diritto di recesso:

VII.I. Il cliente ha diritto di recedere dal presente contratto entro cinque giorni dalla richiesta.

VII.II. Il cliente è comunque a conoscenza ed accetta che ove la fornitura del servizio richiesto avvenga entro il termine di 5 giorni dal momento della conclusione del contratto non potrà esercitare tale diritto.

VII.III. Il cliente è comunque a conoscenza che non potrà esercitare il diritto di recesso ove il servizio sia di carattere personalizzato o comunque reso a soddisfacimento di una richiesta particolare. Il diritto di recesso si esercita con l’invio, entro il termine previsto, di apposita comunicazione all’indirizzo e-mail giureconsulto@opiniojuris.it

VIII. Risoluzione del contratto:

Il presente contratto deve ritenersi risolto di diritto senza necessità di preventiva costituzione in mora ove il cliente non adempia anche parzialmente alle obbligazioni di cui alle presenti condizioni di contratto. È fatto comunque salvo ogni diritto del consulente a richiedere il pagamento del maggior danno subito.

IX. Foro competente e legislazione applicabile:

IX.I. Per ogni controversia che dovesse insorgere in relazione al presente contratto, con esclusione di quelle espressamente escluse dalla legge, è competente in via esclusiva il Foro di Napoli.

IX.I. Per quanto non espressamente previsto o disciplinato dal presente contratto si fa esclusivo riferimento all’ordinamento legislativo italiano.

Vai alla barra degli strumenti