Storia dello Yemen

Farian Sabahi, ormai nota in Italia come una delle più autorevoli esperte di paesi islamici, ripercorre la storia di uno dei più poveri tra i paesi arabi, nonché il meno conosciuto: lo Yemen, sul quale il panorama editoriale italiano si limita a offrire guide di viaggio e reportage fotografici. A differenza del Libano, della Siria o dell’Iraq, si tratta di una paese millenario in cui il conflitto tra sunniti e sciiti, alimentato come è noto dall’Iran e dall’Arabia Saudita, rappresenta uno dei temi più importanti e complessi. Teatro di rapimenti e uccisioni di cittadini stranieri, è uno dei Paesi in cui al-Qaeda è più radicata, essendo la famiglia di Bin Laden di origine yemenita. Un Paese destinato dunque a crescere nell’attenzione dei media per motivi di stretta attualità, ma anche ad essere scoperto dal punto di vista culturale e storico. Ricco di interessanti schede di approfondimento sulla condizione femminile, la poesia, la stampa, la minoranza ebraica, il rito adrenalinico del qat, il petrolio, il gas e i gruppi tribali, il libro affronta anche il soggiorno di Pasolini nel Paese, quando nel 1971 girò un documentario per la salvaguardia del patrimonio yemenita.

A cura di: Farian Sabahi

Editore: Mondadori Bruno

Anno: 2010

Farian Sabahi è scrittrice, giornalista e docente universitaria specializzata sul Medio Oriente e in particolare su Iran e Yemen, con un’attenzione particolare alle questioni di genere.

Vai alla barra degli strumenti