La Federazione giordana ha chiesto alla Confederazione calcistica asiatica di avviare un’indagine per verificare il sesso di  Zohreh Koudaei  giocatrice della squadra iraniana sospettata di essere un uomo.


 

La Federcalcio giordana ha chiesto alla Confederazione asiatica di calcio (AFC) di avviare un’indagine per verificare il sesso di un giocatore della squadra iraniana sospettato di essere un uomo, dopo un incontro tra le due squadre.
Teheran smentisce. L’Iran si è qualificato per la prima Coppa d’Asia femminile 2022 battendo la Giordania ai rigori 4-2 il 25 settembre, grazie in parte a due parate del portiere iraniano Zohreh Koudaei.

Il presidente della Federazione giordana, il principe Ali Ben al-Hussein, ha postato domenica su Twitter il  5 novembre un messaggio “in cui si chiedeva la verifica del sesso” di Koudaei. Secondo la Federazione giordana, che nutre dubbi sull’ “idoneità del giocatore”, l’Iran ha un “record di questioni di genere e doping”. L’allenatore iraniano Maryam Irandoust ha definito queste accuse “pretesti” per “non accettare la sconfitta” ed è pronta a “fornire qualsiasi documento desiderato dall’AFC”. La Women’s Asian Cup si svolgerà in India dal 20 gennaio al 6 febbraio[1].

Zohreh Koudaei

Zohreh Koudaei classe 1990, gioca attualmente nella squadra dello Zob Ahan Football Club nella massima competizione femminile in Iran.

I Precedenti

21 settembre 1938, alle Olimpiadi di Berlino Dora Ratjen stabilisce il record mondiale di salto in alto femminile. Dora (o Heinrich come decise di chiamarsi in seguito) fu scoperta durante il viaggio di ritorno da Berlino a Vienna da uno zelante poliziotto, in seguito “Dora” fu accusato di sospetta frode sportiva, per il periodo compreso tra il 1934 e il 1938, e tutte le sue medaglie furono confiscate.


Note

[1] https://www.lequipe.fr/Football/Actualites/La-jordanie-soupconne-la-gardienne-de-l-iran-zohreh-koudaei-d-etre-un-homme/1299011


Foto copertina: Zohreh Koudaei con la maglia dello Zob Ahan Football Club